Fabio Sarti

Regista, attore

Attore e regista, si è formato presso la Compagnia Nuova di Monza, diretta da F. Battistini. Ha lavorato nei migliori teatri del Nord Italia, affrontando autori classici (Shakespeare, Goldoni, Molière, Manzoni, Strindberg, Pirandello, Garcia Lorca), con numerosi registi delle migliori scuole teatrali italiane (Piccolo Teatro, Accademia dei Filodrammatici). Ha calcato le scene con grandi attori italiani quali Franca Nuti, Giancarlo Dettori, Marisa Fabbri, Andrea Jonasson, Giulia Lazzarini. Nel corso del tempo si specializza nel teatro sacro con registi come F. Battistini e A. Zanoletti. Come attore, partecipa a rassegne di teatro sacro come DeSidera e Crucifixus. Nel 2012 è protagonista de Il petalo e il fiore di F. Marchitti, andato in scena al Meeting di Rimini.

Autore di numerose regie, nel 2015 ha allestito La tregua di Natale, andata in scena con più di 25 attori, e Tu potrai mangiare, Scrittura e cibo alle prove di teatro, con diverse repliche in Canton Ticino, Lombardia ed Emilia Romagna.

Nel 2016 cura la regia di Rembrandt o del padre misericordioso ed è protagonista del monologo Zorro, un eremita sul marciapiede, dall’omonimo libro di M. Mazzantini.

Nel 2017 cura la regia di Rachele, la moglie ed è protagonista di Il racconto di Tönle. Sempre nel 2017, con lo spot Chat yourself, per la regia di F. Cambria, vince al Festival di Cannes 6 prestigiosi premi nella sezione pubblicità per il sociale.

Nel 2018 è regista di Finis Europae. A cento anni dalla Grande Guerra e de Il Cristo necessario. Indagine su Paolo VI.

Lavora anche come speaker e doppiatore. Da anni si occupa di laboratori teatrali per ragazzi e adulti.